Contactless e mobili: benvenuti ai pagamenti 2.0

Che siano senza contatto o mobili, i pagamenti sono diventati più semplici, rapidi e sicuri. Qui trovate le risposte alle domande principali.

1. Telefono o contanti?

Gli uni preferiscono pagare ancora in contanti, mentre gli altri non vedono l’ora che tutto diventi il più possibile automatizzato e digitalizzato. Una cosa è tuttavia certa: la possibilità di pagare con lo smartphone è sempre più apprezzata – sia dai clienti che dai commercianti.

Infatti, oltre che con le carte di debito e credito contactless, già oggi (o in un prossimo futuro) i consumatori in Svizzera possono pagare anche con dispositivi mobili come smartphone, tablet o orologio, con sistemi come TWINT, Apple Pay, Samsung Pay, Google Pay e Bellamy (l’orologio Swatch con funzione di pagamento). Indipendentemente dalla soluzione di pagamento mobile da voi preferita, SIX ha già integrato la relativa tecnologia nei nuovi terminali.

Dalla primavera 2017 TWINT, lo standard per pagamenti mobili della Svizzera, consentirà anche i pagamenti con codice QR. Naturalmente i nuovi terminali di SIX supportano questo genere di pagamenti.

2. Pagare con dispositivo mobile o con carta?

Siamo ormai tutti inseparabili dal nostro smartphone e rinunciarvi sarebbe inimmaginabile. Perciò anche per i pagamenti mobili l’esperienza dell’utente è ciò che più conta. Se i pagamenti mobili funzionano in modo comodo e semplice, il cliente utilizza anche il proprio smartphone per pagare.

Chi invece effettua già i pagamenti contactless con la carta di credito non vuole più rinunciarvi. Non occorre più inserire o far passare la carta di credito. Solo per importi oltre CHF 40 è necessario inserire il PIN dopo la scansione della carta. Anche per i pagamenti la comodità è quindi un fattore chiave.

Un altro fattore chiave che si è affermato è l’autonomia del consumatore. Perciò il punto essenziale non è il pagamento con la carta o con il dispositivo mobile, ma la gamma delle modalità di pagamento disponibili per il cliente, il quale decide poi in tutta autonomia e tranquillità come desidera pagare il conto.

3. Gestite diversi canali di vendita?

Clienti in movimento: i clienti di oggi si spostano pressoché senza confini, su canali digitali e non, 24 ore su 24. Imitate i vostri clienti. Il principio è: essere là dove si trova il cliente. La parola d’ordine per il commercio è omni-channel.

Omni-channel significa che il cliente è in grado di soddisfare le sue abitudini di shopping su tutti i canali di vendita, offline e online, 24 ore su 24. Della possibilità di fare shopping 24 ore su 24, 7 giorni su 7, non beneficia tuttavia soltanto il cliente, ma anche il commercio. Le cifre lo dimostrano: i clienti omni-channel sono più fedeli e spendono fino al 300% in più. Offrite dunque anche voi un’esperienza di shopping completa e ininterrotta ai vostri clienti, incrementando al contempo il vostro fatturato.

Dalla nostra analisi sono emerse due conclusioni interessanti:

  • se è possibile ordinare subito online sul posto gli articoli che in negozio sono esauriti, il fatturato può aumentare fin del 12%¹;
  • un terzo dei clienti che ordinano online e ritirano la merce in negozio (Click & Collect) effettua un acquisto aggiuntivo non programmato nel punto vendita.

La mobilità dei clienti aumenta al contempo anche la richiesta di nuove possibilità di pagamento flessibili. In quanto partner affidabile, SIX vi offre una soluzione di pagamento adatta a qualsiasi canale di vendita: una soluzione indipendente oppure interamente integrata per tutti i canali – fornita da un unico partner.

4. Felici senza contante?

Le persone sono abitudinarie e gli Svizzeri non sono gli unici a non voler rinunciare alle loro amate monetine e banconote di fronte alle nuove tendenze e innovazioni. Anche se gli studiosi di tendenze prevedono da anni la scomparsa del denaro contante, in realtà questo processo richiederà ancora tempo.

È tuttavia un dato di fatto che da quando sono state introdotte le carte la tendenza a pagare in contanti è in diminuzione. Sempre più clienti pagano con la carta anche piccoli importi. E anche in questo caso rapidità e comodità sono fondamentali: basta estrarre la carta, avvicinarla al terminale di pagamento senza contatto e il gioco è fatto – per la gioia non solo del cliente, ma naturalmente anche del commerciante, perché i pagamenti si svolgono più velocemente e le code alle casse si riducono al minimo.

¹ Edgar Dunn & Adyen – Optimizing payments for omni-channel commerce – 5 best practices (2015)

5. PCI 4.x – che cos’è?

Nel caso dei pagamenti la sicurezza è fondamentale. Sappiamo tutti che le carte di debito e credito devono essere protette. Lo stesso vale anche per i terminali di pagamento perché rappresentano il punto di accesso al sistema di pagamento e codificano i dati del cliente. Lo standard di sicurezza del terminale di pagamento è riportato sul certificato PCI. La versione 4 è stata lanciata nel 2016 e i terminali di pagamento conformi a questo standard possono essere utilizzati fino al 2026.

I terminali con certificati meno recenti devono essere sostituiti nei prossimi anni. A seconda dell’apparecchio è anche possibile effettuare un aggiornamento.

Avete domande o desiderate ricevere una consulenza che vi guidi nella scelta del nuovo terminale di pagamento? Siamo a vostra completa disposizione.

Telefono: +41 (0)800 33 36 00
E-mail: lead.ch@six-payment-services.com